ultime sul nucleare

provocato oggi dall’emendamento    approvato,   non    segua    poi   un’effettiva  e   completa

abrogazione del nucleare.


La valutazione condivisa con le altre associazioni del Comitato nazionale “Vota sì per fermare il nucleare” è che noi dobbiamo continuare la campagna referendaria e, se possibile, centuplicare gli sforzi per far sapere che c’è un referendum e che questo è l’unico vero strumento  per togliere di mezzo il nucleare senza ambiguità.



Nelle prossime settimane avremo modo di valutare meglio come comportarci. Per ora dobbiamo continuare a costruire sul territorio i comitati “vota sì” e mantenere tutte le iniziative che abbiamo messo in cantiere, a partire da quelle per l’anniversario di Chernobyl nella prossima settimana. Il Comitato nazionale, per suo conto, sta proseguendo nella produzione delle bandiere, dei volantini e dei manifesti, per fare concretamente sul territorio la campagna referendaria.


Inoltre non dobbiamo dimenticarci che c’è sul tavolo anche il referendum sull’acqua e che ancora il lavoro di informazione sui referendum (acqua e nucleare) deve comunque lottare per raggiungere il quorum.

 Un obiettivo oggi ancora più necessario.

Rassegna Stampa

Add your Biographical Info and they will appear here.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.