Biodiversita

“in che mo[n]do viviamo”

Il progetto si articola su quattro temi:

  1. “RIFIUTI” non tutto è da buttare….. Riduci, Riutilizza, Ricicla
  1. “ENERGIA” un fenomeno dai mille volti
  1. “ACQUA” un elemento indispensabile per la vita
  1. “BIODIVERSITA’” più siamo e meglio stiamo

I progetti prevedono:

  1. un lavoro di preparazione fatto in aula dai docenti, con materiale da noi fornito
  2. un intervento in aula di uno specialista
  3. un laboratorio tematico
  4. un’ uscita sul territorio.

Le uscite sul territorio sono:

RIFIUTI                         piazzola ecologica di Castro

ENERGIA                       centrale idroelettrica e maglio di Poltragno

ACQUA                          acquedotto di Lovere

BIODIVERSITA’              parco gola del Tinazzo di Castro

Quest’anno abbiamo inserito per la prima volta il tema della BIODIVERSITA’, stimolati dal fatto che il 2010 è appunto l’anno internazionale per la sua salvaguardia.

Finalita ed obiettivi specifici dell’iniziativa:

• far acquisire ai ragazzi conoscenze  sulla biodiversità del proprio territorio

• far comprendere l’importanza di tutelare, proteggere e valorizzare un territorio

• stimolare l’adozione di comportamenti sostenibili

• stimolare la fantasia  e l’interesse  per un ambiente  naturale ancora poco noto

• portare alla conoscenza dei partecipanti, le norme di comportamento all’interno

  di un’area protetta, quali indicazioni  per l’adozione di  comportamenti rispettosi

  quotidiani dell’ambiente.

La risposta è stata ottima, 21 scolaresche hanno aderito al nostro invito, 11 di queste hanno scelto il tema della biodiversità, confermandoci quanto questo tema sia sentito.

Palestra ideale per sviluppare questo tema è il nostro

“PARCO della GOLA del TINAZZO”

dove la biodiversità è di casa

Il “PARCO della GOLA del TINAZZO”  è inserito da tempo nel circuito dei parchi di RETENATURA della Lombardia.

Retenatura è  nata, con il proposito di migliorare e gestire gli ambienti naturali, dalla responsabilità e partecipazione del volontariato nei diversi territori della Lombardia dove opera l’associazione. Si propone di far dialogare lo spazio urbano con il territorio rurale, i boschi con il paesaggio, i sentieri con le sorgenti e i corsi d’acqua, il desiderio di armonia degli umani con la diversità biologica della natura. Il nostro impegno è quello di preservare il territorio dal degrado e dall’abbandono, dare significato al luogo dove viviamo contribuisce a migliorare la qualità della vita. Con RETENATURA si sviluppano interventi di rinaturazione e miglioramento boschivo, si creano percorsi naturalistici, si studia e tutela la salute degli ecosistemi, si recupera il patrimonio culturale, si organizzano campi di volontariato e si creano occasioni di valorizzazione ambientale.

A tal proposito un ringraziamento particolare a LUCIANO CLARARI e FEDERICO PALADINI che proprio in questi giorni con un grande lavoro, hanno recuperato la zona delle sorgenti che si trovano all’interno del parco, creando un habitat naturale perfetto per l’insediamento dei gamberi di fiume e degli anfibi.

Tesseramento 2011 Il 2010 sta volgendo al termine, le iniziative, gli appuntamenti, le sfide che ci attendono sono moltissime, per affrontarle, per continuare a crescere, per essere quello che noi siamo, abbiamo bisogno di tutti, n

Il “PARCO della GOLA del TINAZZO”  è inserito da tempo nel circuito dei parchi di RETENATURA della Lombardia.

Retenatura è  nata, con il proposito di migliorare e gestire gli ambienti naturali, dalla responsabilità e partecipazione del volontariato nei diversi territori della Lombardia dove opera l’associazione. Si propone di far dialogare lo spazio urbano con il territorio rurale, i boschi con il paesaggio, i sentieri con le sorgenti e i corsi d’acqua, il desiderio di armonia degli umani con la diversità biologica della natura. Il nostro impegno è quello di preservare il territorio dal degrado e dall’abbandono, dare significato al luogo dove viviamo contribuisce a migliorare la qualità della vita. Con RETENATURA si sviluppano interventi di rinaturazione e miglioramento boschivo, si creano percorsi naturalistici, si studia e tutela la salute degli ecosistemi, si recupera il patrimonio culturale, si organizzano campi di volontariato e si creano occasioni di valorizzazione ambientale.

A tal proposito un ringraziamento particolare a LUCIANO CLARARI e FEDERICO PALADINI che proprio in questi giorni con un grande lavoro, hanno recuperato la zona delle sorgenti che si trovano all’interno del parco, creando un habitat naturale perfetto per l’insediamento dei gamberi di fiume e degli anfibi.

Tesseramento 2011

Il 2010 sta volgendo al termine, le iniziative, gli appuntamenti, le sfide che ci attendono sono moltissime, per affrontarle, per continuare a crescere, per essere quello che noi siamo, abbiamo bisogno di tutti, nessuno escluso.

Una Legambiente aperta, è una Legambiente più utile.

La nostra non può essere una strada solitaria; abbiamo bisogno di tanti compagni di viaggio che anche se solo per un tratto, condividano con noi il cammino e le idee. Perché da soli non bastiamo, perché l’autonomia, le alleanze e la partecipazione rompono i confini della riserva in cui molto spesso le associazione ambientaliste vengono relegate.

Sostienete i nostri sforzi, sul sito WWW.legambientealtosebino.org trovate tutte le indicazioni per diventare partner attivi di questa bella avventura.

Saluti

SARNEGHERA

Castro 27 ottobre 2010

Rassegna Stampa

Add your Biographical Info and they will appear here.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.