moto petizione cai

upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/d/...

Ciao a tutti, sono Luciano Gelfi,

vi giro questo appello del CAI riguardante la vecchissima questione della presenza delle moto sui sentieri di montagna. Da trialista avevo ai “miei tempi” ( anni’80 ) aperto una discussione nei vari moto club in cui mi ero tesserato per risolvere il problema ma mi ero sempre scontrato con l’ingordigia dell’essere umano fino a dover desistere ed abbandonare questa attività. La politica che allora veleggiava era “fin che la barca va….” ma i problemi delle erosioni dei sentieri, dei fumi e delle discussioni con gli escursionisti erano reali. Sono sempre stato convinto che regolamentare la presenza dei motociclisti, creando delle zone dove potevano esercitare solo li la loro “passione” rendendoli responsabili dei tracciati, fosse la soluzione migliore e dopo 35 anni invece vogliono liberalizzarla. E’ il caso di fermare la canzone prima di  “….lasciala andare”

Carissimi, Vi chiedo di diffondere il più possibile l’appello rivolto ai Consiglieri Regionali lombardi  che il CAI Lombardia ha attivato su Avaaz

affinché non votino la deroga al divieto di transito dei mezzi motorizzati per scopo LUDICO sui sentieri, mulattiere, pascoli e boschi.

Grazie per il tuo aiuto

Renata Viviani – presidente CAI Lombardia

Saluti

SARNEGHERA

Rassegna Stampa

Add your Biographical Info and they will appear here.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.