\\ Home Page : Articolo : Stampa
Intervento di Davide Sapienza sull'ampliamento del demanio sciabile in Alta Valle Seriana
Di Max Barro (del 30/06/2008 @ 11:45:51, in Orobie Vive, linkato 1412 volte)

Ciao Orobiani

Dunque la riunione che porterà alla formazione del Coordinamento di Tutela delle Orobie ci ha detto che il parco delle Orobie ha espresso un parere preliminare, tecnico, non certamente a favore del previsto scempio nelle nostre aree montane. Il parere lo trovate sul sito della FAB e ve lo allego per comodità, ovviamente io per primo fatico a districarmi nel burocratese, ma é evidente una cosa da queste pagine: i comuni non possono pensare di farla franca senza presentare progetti seri di impatto paesaggistico, ambientale, di fattibilità geologica.

A titolo personale invito ed esorto a far girare questo documento e a far sapere di questo primo "goal" messo a segno. La partita é lunghissima e noi non siamo forti come "loro" ma a questo punto il Parco delle Orobie sarà il nostro tramite con i "loro" che mostrano poco volentieri la faccia. Ricordiamoci che l'indifferenza di molti non é perché siano d'accordo con questo progetto, ma perché la cultura dei paesi di montagna é una cultura di paura, paura dettata dall'ignoranza dei fatti. Bisogna far conoscere le cose e usare gli strumenti che la Democrazia ci offre: certo, una Democrazia in gravi condizioni di salute, quella italiana, ma siamo pur sempre qui a scambiarci idee e a creare iniziative.

Rimarco con tristezza la posizione del CAI di Bergamo e il silenzio ufficiale dei altri CAI locali. E' evidente che il Club Alpino Italiano non merita il ruolo chiave che ha nella "gestione" della montagna. Di Ponzio Pilato ne abbiamo già avuti troppi: sarebbe tempo di riflettere sul senso che ha questa organizzazione (dal livello provinciale in su) nonostante il presidente nazionale, Salsa, abbia espresso chiaramente l'esortazione affinché iL CAI non faccia sempre da sponda a questi scellerati progetti.

Infine. Spero sempre, idealisticamente, di poterci sedere a chiaccherare di questo "sviluppo" proprio con questi misteriosi "loro", per fargli capire che esiste un'economia alternativa che può permettere la sopravvivenza (in senso ampio) di tutti noi che viviamo in montagna. E di non vedere più come ieri, che a Castione della Presolana é stato impedito a Legambiente di esporre un banchetto: questi segni di nervosismo tradiscono solo ignoranza, e l'ignoranza é il grande nemico. Dovrebbe essere un reato penale l'ignoranza!

Venerdì ero a fare un'escursione nelle alte terre e a fare fotografie per un racconto da scrivere. Un'intera giornata di "sudore", poi il resto, per guadagnare il giusto. Mentre ero lì sapevo di essere fortunato e privilegiato per aver ricevuto un'educazione nella quale prima vengono questi valori, e poi caso mai l'accumulo fine a se stesso delle ricchezze materiali: educazione che non mi ha fatto perseguire mestieri "vantaggiosi" ma mestieri da fare con amore. Ogni volta so che la ricchezza che accumulo nello spirito e nella mente non ha prezzo.

QUESTA E' LA RIVOLUZIONE DA FARE. Ricordiamolo, agli "amici" del "progetto di sviluppo": nell'aldilà, qualsiasi esso sia, la Porsche e gli yacht, non possono essere "esportati."

In allegato: Parere Parco delle Orobie allegato

Gioia e Bellezza a tutti Davide Sapienza www.davidesapienza.net